Home Internet Il punto dell’E-Commerce in Italia

Il punto dell’E-Commerce in Italia

4 min read
0
0
750

Il settore dell’e-commerce è senza ombra di dubbio quello con lo sviluppo sempre più in crescita con il passare degli anni. Ormai è diventata un’abitudine della nostra quotidianità il confrontare i prezzi di prodotti e servizi tra online e offline, e nella maggior parte dei casi è sempre l’online a farla da padrone grazie a convenienza, comodità e semplicità.

Il più grande mercato mondiale dell’e-commerce è attualmente la Cina che da sola sviluppa l’83% delle vendite inerenti l’area Asia-Pacifico con un valore di vendite per 1.119 miliardi di dollari nel 2017, doppiando niente meno che gli Stati Uniti che si fermano a 409 miliardi di dollari.

Per quanto riguarda il mercato Europeo, il 70% delle vendite è realizzato da Regno Unito, Germania e Francia, con 170 miliardi realizzati dal Regno Unito distanziando la Germania ferma a quota 65 miliardi di dollari.

Per quanto riguarda l’Italia, sempre nel 2017, si è registrata una crescita dell’11% rispetto all’anno precedente registrando un fatturato di 35,1 miliardi di euro.

Interessante è notare che il 27% delle vendite arriva da mobile, cha raffrontato al 2012 quando era appena il 5% ci indica che è obbligatorio concentrarsi sull’efficienza dei siti responsive.

Turismo e tempo libero sono i settori che fanno da padrone, ma sono interessanti gli aumenti registrati da Salute e Bellezza (+39%), Moda (+28%), Alimentare (+24%), Elettronica (+21%) e Casa e arredamento (+19%).

Il successo di un E-commerce è correlato alla bontà del progetto marketing legato alla sua promozione, visto che il settore sta diventando ogni giorno sempre più affollato e competitivo.

In generale i budget destinati al marketing sono destinati ai canali che permettono di generare più vendite, trovano al primo posto il SEM, visto che scalzare dalle prime posizioni sui motori di ricerca colossi come Amazon ed eBay è pressoché impossibile.

Molto attivo è anche il settore dei Social Network visto che possono garantire una buona visibilità a costi contenuti.

Infine troviamo anche canali di comparazione prezzi e circuiti banner.

Tornando ai Social Network, il più sfruttato è Facebook, seguito a ruota da alternative come Instagram e YouTube.

Il 57% dei titolari di E-commerce ha deciso inoltre di essere presente nei vari canali Marketplace, anche se i risultati riferiti dai Merchant riportano che il solo 10% delle vendite proviene da quest’ultimi.

Tutto questo scenario ci riporta comunque dei dati incoraggianti, che ci dicono che anche se è fondamentalmente impossibile scalare Amazon dal trono, con le dovute strategie è comunque possibile vendere riuscendo a togliersi grandi soddisfazioni.

Load More Related Articles
Load More By adm_mktvr
Load More In Internet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Check Also

Algapalla Marimo, l’alga dell’amore eterno

Conosciuta anche come l’alga che danza, il Marimo è considerato un simbolo di amore,…